Discover

ERICE

ERICE

Bike Touring Highlight

Created by komoot users
Recommended by AlbertoSordi

Tips

  • AlbertoSordi

    La storia di Erice ha radici nella leggenda che vuole la città fondata ora da Enea ora da Eraclea o semplicemente da Erice re degli Elimi. Certamente nell'antichità Erice era nota per il suo tempio ove i Fenici adoravano Astarte, i Greci Afrodite ed i Romani Venere. Il monte Eryx serviva da punto di riferimento per i navigatori dei quali Venere divenne ben presto la protettrice. La notte, un grande fuoco acceso nell'area sacra fungeva da faro. Ai Fenici succedettero i Siracusani (IV secolo a.C.), gli Ellenici (III secolo a.C.), i Cartaginesi, infine i Romani che mantennero il tempio abbandonando la città che risorse dopo l'anno Mille con la dominazione Normanna. Allora esisteva un borgo collegato ad un castello normanno con un ponte, abitato da cristiani, ma non si chiamava più Erice, ma Monte San Giuliano, un nome che mantenne fino al 1936.
    Visitare Erice è sempre bello, sia nelle giornate calde e luminose dell'estate, quando la luce inonda le stradine e stupendi panorami si aprono sulla vallata e sul mare, che nelle giornate invernali quando le nuvole avvolgono tutto dando l'impressione di essere fuori dal tempo e dalla realtà. L'intricato labirinto di vicoli caratterizzati dalla bella pavimentazione a riquadri, offre inattesi scorci sulle chiese ed i monasteri che qui sono più di sessanta. L'atmosfera medievale, l'aria fresca, le belle pinete che la circondano, la tranquillità che vi regna e l'artigianato locale la rendono una delle mete privilegiate dai turisti.
    Vicina alla Porta di Trapani, uno degli accessi alla città, si trova la bella Chiesa Matrice che risale al XIV secolo ed è stata edificata con materiale proveniente dal Tempio di Venere. E' una chiesa-fortezza coronata di merli con un grande portico gotico ed un rosone che illeggiadrisce la facciata ed un interno, in stile neogotico.
    Vicino, isolata, sulla sinistra, c'è la Torre campanaria, già torre di avvistamento, con merli ghibellini, feritoie e belle bifore in stile chiaramontano.
    Il Castello risale al periodo normanno (XII sec.), quando su questo promontorio, vi erano i resti dell'antico tempio dedicato a Venere Ericina. I Normanni costruirono una fortezza cinta da possenti mura e protetta dalla sua posizione e dalle più avanzate Torri del Balio, un tempo collegate al castello tramite un ponte levatoio. Il carattere difensivo è ancora testimoniato dal piombatoio sopra il portone d'ingresso arricchito dallo stemma di Carlo V di Spagna e da una bella bifora.

    • September 18, 2020

In the know? Log-in to add a tip for other adventurers!

Top Touring Cycling Routes to ERICE

Our Tour recommendations are based on thousands of activities completed by other people on komoot.

  • Difficult
    03:24
    28.5 mi
    8.4 mph
    2,850 ft
    2,850 ft
  • Difficult
    02:21
    19.2 mi
    8.2 mph
    2,550 ft
    2,550 ft
  • Difficult
    03:51
    34.3 mi
    8.9 mph
    2,925 ft
    2,925 ft
  • Difficult
    05:26
    50.1 mi
    9.2 mph
    4,050 ft
    4,050 ft
  • Difficult
    02:35
    22.0 mi
    8.5 mph
    2,625 ft
    2,625 ft
Location: Erice, Trapani, Sicily, Italy

Information

  • Elevation750 m

Weather Forecast - Erice

Discover

ERICE